Autore Topic: Tasse su applicazioni a pagamento  (Letto 1425 volte)

Offline Pech

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 31
  • Respect: 0
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    None
  • Play Store ID:
    None
  • Sistema operativo:
    Windows XP
Tasse su applicazioni a pagamento
« il: 25 Giugno 2012, 14:58:11 CEST »
0
Ciao a tutti allora, sono incappato in un problema burocratico nato da una discussione in un altro forum, le applicazioni che sono a pagamento ci pagano sopra l'IVA, ci vuole una partita IVA oltre un certo guadagno, per pagare il team se accumulo tutto sul mio conto e poi distribuisco agli altri vengono considerati come lavoratori in nero? E i costi per il conto bancario? Parlo un pò a sproposito, riporto qua il discorso che mi ha fatto sorgere i dubbi

Citazione
Spero caldamente tu ti sia informato in Agenzia delle Entrate per il discorso della dichiarazione di quei redditi che andrete (forse) ad incassare e di cui il fisco italiano vorrà mettervi in conto, non puoi fare una ripartizione così semplicistica della cosa in quanto dovrete necessariamente scalare quanto dovrai pagare in tasse, e unitamente a questo scaricare le Royalty a tutti i tuoi collaboratori, di conseguenza mettendo nero su bianco la ripartizione della cosa tenendo il conteggio delle tasse e la % attribuita per la cessione dei tuoi collaboratori del diritto patrimoniale dell'eventuale opera a te che sei il capo-team divenendone produttore effettivo. Viene da sè che se non vi conoscete nemmeno, nessuno si fiderà mai nel lasciare la gestione del denaro a te, ma ammesso che tu riesca a trovare collaboratori così fidati (o così polli), dovresti premunirti di tenerli costantemente aggiornati sulla situazione contabile del conto facendo tutti gli estratti conto mensili e dovresti ben considerare l'idea di non ridistribuire fin da subito le eventuali risorse che arriveranno, anche il conto bancario ha i suoi costi di gestione, li hai messi in conto? Li paghi tu? L'importante è essere trasparenti e mettere nero su bianco.

Offline bradipao

  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 4043
  • keep it simple
  • Respect: +567
    • Github
    • Google+
    • bradipao
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Nexus 5
  • Play Store ID:
    Bradipao
  • Sistema operativo:
    W7
Re:Tasse su applicazioni a pagamento
« Risposta #1 il: 25 Giugno 2012, 15:28:31 CEST »
0
Premettiamo che di principio non ti devi fidare di cosa leggi su forum e quantaltro, ma devi rivolgerti ad un commercialista.

A parte questo, informalmente (perchè non ho nessuna esperienza diretta) io sapevo che se non hai/avete altri redditi, sino a TOT euro annuali totali (TOT credo sia 5000 o qualcosa di simile) non si devono pagare tasse. Per cui se parti/partite senza redditi, diciamo che fino a quella cifra dovreste andare tranquilli. Al momento in cui superi/superate i 5000, sarà il momento di rivolgersi ad un commercialista per scegliere il miglior modo di affrontare la questione fiscalmente.

(qualcuno più esperto potrà correggermi per i "5000")
NON rispondo a domande nei messaggi privati
Bradipao @ Play Store

Offline mikeblue

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 42
  • Respect: +3
    • @MikeBlue3003
    • Mostra profilo
    • home page
  • Sistema operativo:
    Ubuntu 11.04, Windows 7
Re:Tasse su applicazioni a pagamento
« Risposta #2 il: 25 Giugno 2012, 15:49:22 CEST »
0
quoto quanto detto da bradipao, ma c'è da fare una precisazione.
Puoi avere anche un'entrata fissa + prestazioni occasionali. Le prestazioni occasionali, come le entrate percepite dal market, non sono soggette ad iva o ad inps, è però doveroso inserire le entrare (<5.000€) nella denuncia dei redditi e sarà soggetta ad una ritenuta a titolo di acconto del 20%.
Se superi i 5.000€ avrai bisogno della P.IVA.

comunque se chiedi ad un commercialista è meglio, qui le leggi cambiano di continuo...
 ;-)
"Si ha la sensazione che ogni qualvolta si esca di casa, al proprio ritorno ci sia un nuovo prodotto Google appena lanciato. " (Philipp Lenssen)