Autore Topic: Amazon app shop  (Letto 606 volte)

Offline SpadaBoss

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 48
  • Respect: +1
    • Google+
    • 307396462
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Google Nexus 5
  • Play Store ID:
    Gianluca Spadazzi
  • Sistema operativo:
    Windows 8
Amazon app shop
« il: 07 Gennaio 2015, 10:50:58 CET »
0
Ciao a tutti :)

avevo intenzione di provare a caricare qualcuna delle mie applicazioni anche su amazon app shop oltre a google play. in particolare avrei bisogno di una informazione che non sono riuscito a reperire:
-la tassa di 99 dollari l'anno c'è? (su internet ho letto che alcuni dicono che c'è, altri a partire dal secondo anno, altri che amazon l'ha tolta definitivamente)
Oltre a questo, già che ci sono, ne approfitto per chiedere altre cose:
-come vi trovate? vale la pena anche perdere solo 15 minuti per caricare le app anche lì a parte il google play? si guadagna qualcosa o praticamente niente?
-nelle mie app ho delle funzioni del tipo "vota app", "altre app" etc che linkano al playstore. se volessi sostituire quei link con i link amazon, come si fa? (ad esempio se ho un'app col package com.prova.ciao il link è https://play.google.com/store/apps/details?id=com.prova.ciao. per amazon come diventa?)

Grazie in anticipo :)

Offline arlabs

  • Utente normale
  • ***
  • Post: 430
  • Respect: +49
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    GalaxyS6, Nexus5
  • Play Store ID:
    AR Labs
  • Sistema operativo:
    Windows 10
Re:Amazon app shop
« Risposta #1 il: 07 Gennaio 2015, 18:16:18 CET »
0
Pensavo anche io di mettere le App anche sotto Amazon...

Riguardo la tassa non credo, mi son registrato, ma non mi è stato chiesto nulla.

Invece ho altre domande:
 - La app su Amazon, deve avere package name diverso da quella pubblicata sul Play Store?
 - Le App che dipendono dai PlayServices possono stare sullo store Amazon? Non mi son informato, ma mi credo che i dispositivi "Fire" non li supportino, o sbaglio? Amazon consentirebbe di distribuire App che non girano sui suoi dispostivi?
 - I link contenuti nella App devono essere sempre relativi a allo store Amazon, giusto? Mi riferisco, come dice SpadaBoss, al link per il rate, a quello per altre mie App che linko ma, soprattutto, al link per acquistare le versione full. Detto questo mi verrebbe da dire che dovrebbero avere un nome diverso. Non terrei 2 App con lo stesso nome, ma contenuto diverso.

Ciao

Offline SpadaBoss

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 48
  • Respect: +1
    • Google+
    • 307396462
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Google Nexus 5
  • Play Store ID:
    Gianluca Spadazzi
  • Sistema operativo:
    Windows 8
Re:Amazon app shop
« Risposta #2 il: 07 Gennaio 2015, 18:23:50 CET »
0
Pensavo anche io di mettere le App anche sotto Amazon...

Riguardo la tassa non credo, mi son registrato, ma non mi è stato chiesto nulla.

Invece ho altre domande:
 - La app su Amazon, deve avere package name diverso da quella pubblicata sul Play Store?
 - Le App che dipendono dai PlayServices possono stare sullo store Amazon? Non mi son informato, ma mi credo che i dispositivi "Fire" non li supportino, o sbaglio? Amazon consentirebbe di distribuire App che non girano sui suoi dispostivi?
 - I link contenuti nella App devono essere sempre relativi a allo store Amazon, giusto? Mi riferisco, come dice SpadaBoss, al link per il rate, a quello per altre mie App che linko ma, soprattutto, al link per acquistare le versione full. Detto questo mi verrebbe da dire che dovrebbero avere un nome diverso. Non terrei 2 App con lo stesso nome, ma contenuto diverso.

Ciao

ti rispondo solamente a quello che so (o penso di sapere):
-per quanto riguarda il package name, ho letto nelle faq che anche se l'app fosse identica a quella del google play andrebbe comunque bene (l'app non deve per forza essere esclusiva), ne deduco quindi che il package name può essere lo stesso.
-play services non ne ho idea
-i link devono sicuramente essere riferiti ad amazon (ho letto di uno che se li era scordati lasciando quelli del google play e dopo la revisione dell'app amazon prima di pubblicarla gli ha chieso di sistemarli). infatti questa era la ragione della mia domanda (per capire a priori come "verrebbe" il link in modo tale da non doverlo modificare dopo la pubblicazione)
concludendo direi che almeno secondo me non c'è bisogno di modificare niente nelle app (giusto i link vari alla versione completa etc)

Post unito: 07 Gennaio 2015, 19:00:00 CET


ti chiedo una cosa dato che sei già registrato: hai compilato il modulo per le tasse che chiede dopo la registrazione? il pagamento di eventuali tasse da parte nostra è come quello del google play?
« Ultima modifica: 07 Gennaio 2015, 19:00:00 CET da SpadaBoss, Reason: Merged DoublePost »

Offline arlabs

  • Utente normale
  • ***
  • Post: 430
  • Respect: +49
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    GalaxyS6, Nexus5
  • Play Store ID:
    AR Labs
  • Sistema operativo:
    Windows 10
Re:Amazon app shop
« Risposta #3 il: 08 Gennaio 2015, 12:43:44 CET »
+1
Ho provato a compilarlo ma non sapevo bene se come Ditta Individuale si deve impostare "individual" o qualcos'altro ed ho lasciato perdere...
Tanto la prima App che volevo provare a mettere è solo free...
Cmq ho inviato una domanda ad Amazon sulla questione, se rispondono vi faccio sapere.

Ma provando ho visto che ti fanno compilare un modulo (qualcosa tipo W-8BEN), per dichiarare che paghi le tasse in Italia... serve per evitare il 30% di tasse che gli stati uniti fanno pagare agli stranieri sui guadagni che fanno in US.

Ciao.

Offline undead

  • Utente senior
  • ****
  • Post: 666
  • Respect: +113
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Samsung Galaxy S6
  • Play Store ID:
    DrKappa
  • Sistema operativo:
    Windows 10 64-bit, Windows 8.1 64-bit
Re:Amazon app shop
« Risposta #4 il: 08 Gennaio 2015, 13:52:17 CET »
+2
Per le tasse non so, ho solo app free.

Per il resto:

Citazione
-la tassa di 99 dollari l'anno c'è? (su internet ho letto che alcuni dicono che c'è, altri a partire dal secondo anno, altri che amazon l'ha tolta definitivamente)
In teoria è dal secondo anno. Ma dovrebbero averla tolta visto che non mi hanno chiesto nulla.

Citazione
-nelle mie app ho delle funzioni del tipo "vota app", "altre app" etc che linkano al playstore. se volessi sostituire quei link con i link amazon, come si fa?
amzn://apps/android?p=PACKAGE

Citazione
-per quanto riguarda il package name, ho letto nelle faq che anche se l'app fosse identica a quella del google play andrebbe comunque bene (l'app non deve per forza essere esclusiva), ne deduco quindi che il package name può essere lo stesso.
Esatto.

Citazione
-play services non ne ho idea
Play services non c'è, tranne per le parti che funzionano standalone (sicuramente admob, forse analytics).

Citazione
-come vi trovate? vale la pena anche perdere solo 15 minuti per caricare le app anche lì a parte il google play? si guadagna qualcosa o praticamente niente?
Io personalmente non mi trovo bene ma è colpa mia.  :-)

Offline arlabs

  • Utente normale
  • ***
  • Post: 430
  • Respect: +49
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    GalaxyS6, Nexus5
  • Play Store ID:
    AR Labs
  • Sistema operativo:
    Windows 10
Re:Amazon app shop
« Risposta #5 il: 08 Gennaio 2015, 15:13:10 CET »
0
Grazie delle info Undead, ma non ho capito bene una cosa...

Admob, funziona da solo in che senso?
Significa che, nonstante importi i play services nella mia App, questa non usa direttamente i Playservices che l'utente scarica dallo store?

Non lo sapevo e, sinceramente, non l'avevo trovato scritto da nessuna parte.

Però, ora che mi ci fai pensare, quando instanzio un LocationClient dei playservices, devo passare anche dei listener e se fallisce la connessione con i Services, chiamo la startResolutionForResult
 che invita l'utente ad installarli.

Con admob, questo meccanismo non c'è... e nemmeno per Analytics.
Ma non c'è una lista che dice quali parti dei PlayServices hanno bisogno della controparte installata direttamente?

Questo significa che le App dove uso il LocationClient, non le posso mettere sullo store Amazon, mentre quelle dove uso solo Admob e Analytics si. Giusto?

A riguardo invece del package name, non mi trovo bene con l'idea di avere 2 build diverse (avendo stringhe per i link diverse) con lo stesso package name e versione.
Tu come ti sei comportato? Hai usato 2 package name diversi?
O c'è un modo programmatico per capire da dove proviene una App? (di modo da fare un unico Apk, con entrambe le stringhe)


Citazione
Io personalmente non mi trovo bene ma è colpa mia.
Ma quindi, consiglieresti di perdere tempo a mettere le App anche su Amazon o no?

Ciao.

Offline undead

  • Utente senior
  • ****
  • Post: 666
  • Respect: +113
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Samsung Galaxy S6
  • Play Store ID:
    DrKappa
  • Sistema operativo:
    Windows 10 64-bit, Windows 8.1 64-bit
Re:Amazon app shop
« Risposta #6 il: 08 Gennaio 2015, 16:14:38 CET »
0
Ora ho più tempo quindi posso rispondere in modo articolato.  :-)

Admob, funziona da solo in che senso?
Significa che, nonstante importi i play services nella mia App, questa non usa direttamente i Playservices che l'utente scarica dallo store?

Non lo sapevo e, sinceramente, non l'avevo trovato scritto da nessuna parte.

Ma non c'è una lista che dice quali parti dei PlayServices hanno bisogno della controparte installata direttamente?
La lista non so se esiste, però nella documentazione specifica c'è scritto che non necessita del play store.

Fondamentalmente Google guadagna coi dati e con la pubblicità. Analytics raccoglie dati e admob è un sistema di advertisement.
Casualmente sono proprio le due cose che funzionano anche su device compatibili da poche decine di euro.  :-)

Ci ritornerò dopo su questo argomento ma il concetto è che c'è stato (da diciamo un paio d'anni) un cambio deciso di filosofia nel mondo android. Inizialmente tu avevi android su N device poi eri responsabile di scaricarti e gestirti gli SDK che volevi.

Quello che facevi con un device autorizzato da Google, lo facevi con un qualsiasi device. Il produttore si faceva il device, non chiedeva niente a Google e lo vendeva. In pratica il produttore cinese poteva fare quello che voleva. Ma non solo il produttore cinese. Anche il grosso produttore come Samsung.

Ad un certo punto Google ha riunito tutto sotto play services e se il device non è certificato Google sono problemi tuoi e dei tuoi utenti.

Citazione
Questo significa che le App dove uso il LocationClient, non le posso mettere sullo store Amazon, mentre quelle dove uso solo Admob e Analytics si. Giusto?
Purtroppo si.  :-(

Citazione
A riguardo invece del package name, non mi trovo bene con l'idea di avere 2 build diverse (avendo stringhe per i link diverse) con lo stesso package name e versione.
Tu come ti sei comportato? Hai usato 2 package name diversi?
O c'è un modo programmatico per capire da dove proviene una App? (di modo da fare un unico Apk, con entrambe le stringhe)
Usando eclipse e non avendo i flavours di android studio ho usato lo stesso package. Quando possibile mi sono dichiarato un membro final static e poi ho gestito le differenze (il link e poco altro) con degli if che sono risolti in fase di build.
In altri casi, laddove usavo cose che su amazon non erano permesse e non avendo i flavours mi sono proprio fatto dei progetti diversi. In pratica ho uno zip col sorgente Amazon e uno col sorgente Google. Scomodissimo. Spero che in futuro l'uso di android studio migliorerà la mia situazione.

Citazione
Ma quindi, consiglieresti di perdere tempo a mettere le App anche su Amazon o no?
Mi riallaccio al discorso che facevo prima sulla filosofia android.

Ad oggi gli unici al mondo che hanno un ecosistema (o cercano di averlo) alternativo sono quelli di Amazon. Samsung non ha un ecosistema alternativo. Sta cercando di costruirlo ma fondamentalmente se tu compri un note4 in mano hai un telefono android coi servizi Google. Poi Samsung ti mette a disposizione API specifiche, ti riempie il telefono di servizi alternativi di ogni genere e così via... però il device è sempre un "Google phone".

E' notizia recente che amazon ha dovuto togliere il link al suo app store dalla app di amazon per android, pena il ban (!!!).

Amazon in USA è una potenza e se guardi nel sito sviluppatori ci sono API per fare più o meno qualunque cosa. Se non erro anche la pubblicità.

Questa lunga e noiosa premessa serve per spiegare meglio la mia esperienza non positiva.

Da un lato se hai una applicazione fortemente legata a un paese (penso ai miei giochi briscola e scopa) che non siano gli USA sei sicuramente svantaggiato. I download sono bassi perché il numero di utenti che usa amazon app store o che ha un device amazon è basso rispetto agli stati uniti.

Se ciò non bastasse anche se tu hai una app che può attrarre utenti americani, giapponesi, italiani, etc... devi tenere presente che quel device non è un Google phone quindi dal punto di vista di amazon ha poco senso "spingere" app che poi portano soldi a Google.

In pratica hanno dei programmi speciali che garantiscono se non sbaglio almeno 500mila visualizzazioni al giorno e trovi online storie di successo di app selezionate. Ma se non mi sbaglio per essere scelti devi implementare i loro servizi.

La mia opinione è che è meglio fare "tutto o niente".

Fare niente, cioè perderci il minor tempo possibile, essere comunque presenti nel loro store e considerare quello che arriva come un extra.
Fare tutto, cioè investire in uno store che ha una grossa base di utenti localizzati, che ha un numero ristretto di device e delle API specifiche sperando che la minor concorrenza porti poi a degli introiti significativi.

Io ho due app che sono fortemente legate a paesi extra-USA, per l'altra ho fatto un porting da si e no mezz'ora.
I risultati sono ovviamente risibili.

Ma come ho cercato di spiegare la colpa è sicuramente mia. Non dedicandoci 8 ore al giorno ho preferito investire il tempo su qualcosa di "sicuro" (come numero di utenti Google play è imbattibile) piuttosto che tentare l'avventura su amazon.

 :-)

Offline arlabs

  • Utente normale
  • ***
  • Post: 430
  • Respect: +49
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    GalaxyS6, Nexus5
  • Play Store ID:
    AR Labs
  • Sistema operativo:
    Windows 10
Re:Amazon app shop
« Risposta #7 il: 08 Gennaio 2015, 17:47:41 CET »
0
Si, grazie Undead, mi sa che farò la cosetta da un ora e mezza anche io... però ho trovato un modo per distinguere gli store.

Vedi: http://developer.android.com/reference/android/content/pm/PackageManager.html#getInstallerPackageName(java.lang.String)

Volevo metterci l'App delle bolle, perché avendo avuto visibilità ZERO, speravo di poter avere un minimo di visibilità in più su Amazon.
Già che c'ero pensavo metterci anche Altimetro e Barometro... ma essendo basati su Play Services per la localizzazione, non lo posso fare a costo zero.

Ciao

Offline undead

  • Utente senior
  • ****
  • Post: 666
  • Respect: +113
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Samsung Galaxy S6
  • Play Store ID:
    DrKappa
  • Sistema operativo:
    Windows 10 64-bit, Windows 8.1 64-bit
Re:Amazon app shop
« Risposta #8 il: 08 Gennaio 2015, 17:51:58 CET »
0
Se ti serve per modificare il codice ok, altrimenti tieni conto che Amazon ha le sue statistiche.  :-)

Offline arlabs

  • Utente normale
  • ***
  • Post: 430
  • Respect: +49
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    GalaxyS6, Nexus5
  • Play Store ID:
    AR Labs
  • Sistema operativo:
    Windows 10
Re:Amazon app shop
« Risposta #9 il: 08 Gennaio 2015, 18:23:38 CET »
0
Sì, l'ho usato per selezionare la stringa dell'url da usare. Così ho fatto un solo APK senza flavours.

Però mi sono accorto ora che finché non la installo dallo store Amazon, non posso provare se funziona... :S

Ciao.

Offline arlabs

  • Utente normale
  • ***
  • Post: 430
  • Respect: +49
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    GalaxyS6, Nexus5
  • Play Store ID:
    AR Labs
  • Sistema operativo:
    Windows 10
Re:Amazon app shop
« Risposta #10 il: 10 Gennaio 2015, 15:14:50 CET »
0
UPDATE:

La risposta da Amazon a riguardo della compilazione del modulo Tax Identity Information è stata evasiva. Mi hanno linkato una pagina (che avevo già letto) che non risponde alla domanda...

Ho uploadato l'APK con le modifiche per i link allo store e ne ho fatto le seguenti deduzioni:
  - Il meccanismo con getInstallerPackageName funziona (sotto metto le due righe di codice che ho usato)
  - Le App che si mettono sullo store Amazon possono dipendere dai Play Services, semplicemente non verranno messi a disposizione dei dispositivi Fire e l'applicazione non farà parte del Developer Select Program. Funzionerà per tutti gli altri dispositivi Android.
  - Gli ads Admob funzionano anche senza i PlayServices, ma appare un errore nel Logcat da cui mi pare di dedurre che non verrà usato l'avertising ID (quindi probabilmente ads non tergettizati e rendimento inferiore)
  - Analytics non dà errori particolari e mi è parso funzionare anche dalle statistiche... non ci metterei le mani sul fuoco.

Cmq, ho dovuto togliere il controllo a isGooglePlayServicesAvailable. Questo implica che, se i PlayServices non ci sono o non sono aggiornati, non ci sarà alcuna richeista ad installarli o aggiornarli... anche su dispositivi, che potenzialmente ce li hanno... gli Ads funzionano comunque ma non sono ottimizzati. Avrei potuto gestire meglio la risposta (ad esempio, ignorare il caso in cui non ci siano e chiedere di aggiornarli se sono già presenti)


Qui il controllo che ho aggiunto per verificare lo store:

Codice (Java): [Seleziona]
        String installerName = getPackageManager().getInstallerPackageName(getPackageName());
        boolean isAmazonApp = (installerName != null) && installerName.contains("amazon");

Qui, nel caso i link l'abbiato messo nelle preferences, come ho fatto a sostituirlo:

Codice (Java): [Seleziona]
        mRateAppPreference = (Preference) getPreferenceScreen().findPreference(res.getString(R.string.pref_rateapp_key));
        mOtherAppsPreference = (Preference) getPreferenceScreen().findPreference(res.getString(R.string.pref_moreapp_key));
        if( mIsAmazonApp )
        {   // Change Intent destination URLS if App is downloaded from Amazon
            mRateAppPreference.getIntent().setData(Uri.parse(res.getString(R.string.amazon_magicbubble_url)));
            mOtherAppsPreference.getIntent().setData(Uri.parse(res.getString(R.string.amazon_arlabs_url)));
        }
dove le stringhe sono definite così:
Codice (XML): [Seleziona]
    <string name ="amazon_magicbubble_url" translatable="false">amzn://apps/android?p=com.arlabsmobile.augmentedbubbles</string>
    <string name ="amazon_arlabs_url" translatable="false">amzn://apps/android?p=com.arlabsmobile.augmentedbubbles&amp;showAll=1</string>


Ciao.

Offline undead

  • Utente senior
  • ****
  • Post: 666
  • Respect: +113
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Samsung Galaxy S6
  • Play Store ID:
    DrKappa
  • Sistema operativo:
    Windows 10 64-bit, Windows 8.1 64-bit
Re:Amazon app shop
« Risposta #11 il: 10 Gennaio 2015, 18:29:25 CET »
0
Citazione
- Le App che si mettono sullo store Amazon possono dipendere dai Play Services, semplicemente non verranno messi a disposizione dei dispositivi Fire e l'applicazione non farà parte del Developer Select Program. Funzionerà per tutti gli altri dispositivi Android.
Io penso che la maggior parte dei device che scaricano da amazon siano device di amazon... un utente normale con un telefono normale dovrebbe:
- abilitare le sorgenti esterne per gli apk
- scaricarsi l'apk di una app del market amazon NON presente sullo store
- trovare la tua app
- scaricare la tua app

Mah.  :-(