Autore Topic: Licenza software per closed-source  (Letto 488 volte)

Offline robyrocker89

  • Utente junior
  • **
  • Post: 55
    • roberto-tucci
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Samsung Galaxy Nexus
  • Sistema operativo:
    Windows
Licenza software per closed-source
« il: 28 Dicembre 2014, 14:38:33 CET »
Ciao ragazzi,
sto per accingermi a pubblicare una mia applicazione sul PlayStore ma avrei bisogno di alcuni chiarimenti in merito alla tipologia di licenza software da utilizzare. In pratica, si tratta di una app free con possibilità di acquisti in-app, ma con sorgente chiuso. Secondo voi come potrei tutelarmi da eventuali usi impropri? Ho provato a guardare in giro, ma non sono arrivato ad una conclusione concreta! La licenza Apache 2.0 (che poi sarebbe quella più utilizzata) non credo faccia al caso mio...e l'unica che si avvicina un po' è la licenza di Solaris!
Ha davvero senso "licenziare" il software sotto una di queste licenze o basta inserire la tipica frase "Copyright 2014 by xyz - Tutti i diritti riservati" ?

Grazie mille per le delucidazioni!  :-)
TimeReport: your time. In your pocket.

Offline Nicola_D

  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2479
  • SBAGLIATO!
    • Github
    • Google+
    • nicoladorigatti
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Nexus 6p, Nexus 4, Nexus S, Nexus 7(2012)
  • Sistema operativo:
    Windows 7
Re:Licenza software per closed-source
« Risposta #1 il: 28 Dicembre 2014, 16:13:34 CET »
se è closed source non devi dare i sorgenti a nessuno, non hai bisogno di licenze software. Detieni il copyright e stop
IMPORTANTE:NON RISPONDO A PROBLEMI VIA MESSAGGIO PRIVATO
LOGCAT: Non sai cos'è? -> Android Debug Bridge | Android Developers
               Dov'è in Eclipse? -> Window -> Open Prospective -> DDMS e guarda in basso!
[Obbligatorio] Logcat, questo sconosciuto! (Gruppo AndDev.it LOGTFO) - Android Developers Italia

Offline robyrocker89

  • Utente junior
  • **
  • Post: 55
    • roberto-tucci
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Samsung Galaxy Nexus
  • Sistema operativo:
    Windows
Re:Licenza software per closed-source
« Risposta #2 il: 28 Dicembre 2014, 16:17:05 CET »
se è closed source non devi dare i sorgenti a nessuno, non hai bisogno di licenze software. Detieni il copyright e stop
Ti ringrazio!  :-)
Quindi mi sembra di capire che alla fine la frase del copyright sia sufficiente...o sbaglio?
TimeReport: your time. In your pocket.

Offline bradipao

  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 4043
  • keep it simple
    • Github
    • Google+
    • bradipao
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Nexus 5
  • Play Store ID:
    Bradipao
  • Sistema operativo:
    W7
Re:Licenza software per closed-source
« Risposta #3 il: 28 Dicembre 2014, 17:05:42 CET »
Quindi mi sembra di capire che alla fine la frase del copyright sia sufficiente...o sbaglio?

A scanso di equivoci, mi permetto di dire una banalità: scrivere copyright va benissimo dal punto di vista legale (perchè il detentore del diritto sei tu per definizione), ma chiaramente in caso di violazione devi avere tempo/voglia/mezzi per perseguire legalmente le presunte violazioni. E' per questo che, oltre ad affermare che i diritti di copia sono riservati, è possibile rendere più difficile la copia dei sorgenti (esempio con offuscazione tramite proguard). In nessun caso Google, come proprietario del PlayStore, si sostituisce a te nel far valere i tuoi diritti. Al massimo segnali una violazione del tuo copyright, sperando che venga accolta e tolgano l'app dallo store.
NON rispondo a domande nei messaggi privati
Bradipao @ Play Store

Offline robyrocker89

  • Utente junior
  • **
  • Post: 55
    • roberto-tucci
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Samsung Galaxy Nexus
  • Sistema operativo:
    Windows
Re:Licenza software per closed-source
« Risposta #4 il: 28 Dicembre 2014, 19:00:33 CET »
A scanso di equivoci, mi permetto di dire una banalità: scrivere copyright va benissimo dal punto di vista legale (perchè il detentore del diritto sei tu per definizione), ma chiaramente in caso di violazione devi avere tempo/voglia/mezzi per perseguire legalmente le presunte violazioni. E' per questo che, oltre ad affermare che i diritti di copia sono riservati, è possibile rendere più difficile la copia dei sorgenti (esempio con offuscazione tramite proguard). In nessun caso Google, come proprietario del PlayStore, si sostituisce a te nel far valere i tuoi diritti. Al massimo segnali una violazione del tuo copyright, sperando che venga accolta e tolgano l'app dallo store.
Grazie bradipao per le delucidazioni! Ovviamente sono al corrente dei "contro" elencati...infatti sto cercando di affidarmi a tutti gli strumenti necessari (proguard) per prevenire questo genere di magagne! ...e spero di non averne mai  ???
TimeReport: your time. In your pocket.