Autore Topic: Dubbi App Free  (Letto 564 volte)

Offline Leonardo89

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 0
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Samsung GTi9070 (root), ASUS TF300TG (non root)
  • Sistema operativo:
    Windows 8.1 x64
Dubbi App Free
« il: 20 Marzo 2014, 10:04:59 CET »
Ciao a tutti, oggi per voi ho una domandina, un pò stupida forse ma sono un neofita sbarcato da poco quindi non abbiatene ^^'

Girovagando per il Play Store noto che mentre alcune applicazioni specifiche sono a pagamento (giochi, app varie, ecc.) altre sono completamente gratuite (mi sto riferendo ad app quali Pinterest, Foursquare, Facebook, Instagram, ecc.). La mia domanda è: il guadagno di queste app che non inseriscono pubblicità dov'è?
La risposta più immediata dovrebbe essere che queste app fanno riferimento a dei Social Network molto più ampi alle loro spalle e quindi i creatori guadagnano non dalla singola app che fa da vetrina al sito ma da tutto ciò che ruota nel Social Network (link, contatti, immagini, video, interessi, ecc.) insomma tutte informazioni private che possono essere rivendute ad altri interessati.
Sbaglio o più o meno è così?
Ne segue un'altra domanda. Chi volesse fare un'app senza necessariamente dover costruire un Social Network dietro o comunque un grosso sito a cui far capo, rientra nelle spese dovendo fare un'app free e senza pubblicità ma che fornisca un servizio utile a tutti quanti. Insomma un'app che funziona benissimo senza dover ricorrere necessariamente alla rivendita delle informazioni personali. In tal caso, il guadagno dov'è?

Scusate se mi sono dilungato troppo, spero di essere stato comunque chiaro. Attendo le vostre pillole di saggezza  O:-)

Offline bradipao

  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 4043
  • keep it simple
    • Github
    • Google+
    • bradipao
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Nexus 5
  • Play Store ID:
    Bradipao
  • Sistema operativo:
    W7
Re:Dubbi App Free
« Risposta #1 il: 20 Marzo 2014, 10:44:28 CET »
La monetizzazione diretta di un'app (cioè metterla a pagamento) serve a chi ha solo l'app. Ci sono altri casi in cui la monetizzazione avviene in altro modo, e l'app semplicemente "devi avercela" affinchè gli utenti continuino ad usare il tuo servizio. L'app di amazon è gratuita perchè la monetizzazione avviene in altro modo (vendita libri su amazon). L'app di facebook è gratuita perchè tutto facebook è già gratuito e la monetizzazione viene dalla pubblicità.

Chi volesse fare un'app senza necessariamente dover costruire un Social Network dietro o comunque un grosso sito a cui far capo, rientra nelle spese dovendo fare un'app free e senza pubblicità ma che fornisca un servizio utile a tutti quanti. Insomma un'app che funziona benissimo senza dover ricorrere necessariamente alla rivendita delle informazioni personali. In tal caso, il guadagno dov'è?

Tocca a te trovare il modo migliore di monetizzare.

Se tu sei un singolo individuo che fa un'app e deve trovare il modo di monetizzare solo da quella, o la metti a pagamenti o metti ads. Se tu possiedi una catena di hotel a Parigi, puoi permetteri di fare un'app turistica di Parigi, del tutto gratuita, che userai per indirizzare gli utenti verso i tuoi hotel. Se tu sei un avvocato specializzato in una certa branca, potrai fare un'app gratuita divulgativa sugli aspetti legali della branca e metterai un riferimento alla tua persona per consulenze dedicate. Potremmo andare avanti all'infinito, però devi partire dall'indentificare cosa intendi vendere e perchè un cliente dovrebbe volerlo comprare.
NON rispondo a domande nei messaggi privati
Bradipao @ Play Store

Offline Leonardo89

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 0
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Samsung GTi9070 (root), ASUS TF300TG (non root)
  • Sistema operativo:
    Windows 8.1 x64
Re:Dubbi App Free
« Risposta #2 il: 20 Marzo 2014, 11:49:02 CET »
grazie della risposta bradipao, sei stato chiarissimo e in parte hai detto ciò che già pensavo fosse così.

Se dunque io produco un'app che propone un servizio agli utenti e devo scegliere di monetizzare, ho pensato a due possibilità:

1) App con Download Gratuito e servizio free per un pò con possibilità di rinnovo a pagamento

2) App completamente Free

Ho messo in entrambi i casi la possibilità di scaricare l'app e provarla in modo tale che l'utente apprezzi l'applicazione prima di decidere di comprarla e rinnovare il servizio (sono contrario al download delle versioni pro a pagamento perchè non danno la possibilità di provare appieno l'applicazione (nemmeno nelle versioni lite o free tranne quelle con scadenza)).

nel secondo caso la monetizzazione dovrebbe avvenire con:

2a) pubblicità in-app

2b) nessuna pubblicità ma sito alle spalle cui far capo ed eventuale rivendita informazioni

nei casi appena esposti come mi consigliate di agire (non vi sto chiedendo una strategia economica solo un vostro personale consiglio di vita  :D) giusto per capire come orientarmi data la mia attuale inesperienza nel settore.

grazie

Offline arlabs

  • Utente normale
  • ***
  • Post: 434
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    GalaxyS7
  • Play Store ID:
    AR Labs
  • Sistema operativo:
    Windows 10
Re:Dubbi App Free
« Risposta #3 il: 20 Marzo 2014, 16:37:23 CET »
Leonardo, vorrei aggiungere un terzo caso che è molto diffuso.

Coppia di App una free ed una a pagamento.

Quella free serve ad attirare la clientela che, se interessata, può comprare quella a pagamento con maggiori features.
In qualla free, puoi mettere o no della pubblicità. In questo caso la pubblicità serve anche come elemento di disturbo per incentivare a comprare quella a pagamento.

Ciao.

P.S. Giusto per info. Io da poco ho messo una app in doppia versione (free e paid) senza che quella paid abbia alcuna feature aggiuntiva (pianificavo di farlo, ma poi ho preso altre strade). Eppure c'è qualche individuo che la paga (il minimo sindacale) per non avere un piccolo banner pubblicitario.

Offline Leonardo89

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 0
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Samsung GTi9070 (root), ASUS TF300TG (non root)
  • Sistema operativo:
    Windows 8.1 x64
Re:Dubbi App Free
« Risposta #4 il: 27 Marzo 2014, 17:23:22 CET »
grazie della risposta arlabs, in effetti ho pensato ci fosse anche questa soluzione ma l'ho scartata quasi subita per via del fatto che l'app ha pagamento può essere crackata e non voglio che succeda. Tu come ti trovi con il sistema da te adottato? qualcuno ha già "violato" la tua app a pagamento?


Inoltre vorrei chiedervi, dato che siete più esperti di me, se dovessi scegliere tra le opzioni citate nel mio messaggio precedente #2 quale potrei adottare che sia migliore nel mio caso. l'app che vorrei realizzare dovrebbe puntare ad un pubblico molto elevato (non è una di quelle app professionali che si comprano una sola volta e via ristrette ad un pubblico specifico), deve avere come riferimento un server per scaricare la mole di dati aggiornata quotidianamente e deve dare all'utente il pieno controllo dell'app (al massimo con qualche limitazione nelle funzioni, magari qualcuna specifica a pagamento). Insomma vorrei che l'utente non si s entisse obbligato ad acquistare l'app ma a sua volta vorrei anche guadagnarne.


Grazie della pazienza ^^

Offline arlabs

  • Utente normale
  • ***
  • Post: 434
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    GalaxyS7
  • Play Store ID:
    AR Labs
  • Sistema operativo:
    Windows 10
Re:Dubbi App Free
« Risposta #5 il: 27 Marzo 2014, 18:16:05 CET »
Oh povera App... no è ancora illibata... :D

Non credo che nessuno si metterà mai a crackare una delle mie App... e se lo farà mi sentirò molto onorato :)

A riguardo dell'argomento credo che sia una lotta persa a priori proteggersi dal crack.
Ho lavorato per qualche anno nei videgiochi e lì c'era uno sforzo inverosimile nella lotta contro il crack. Ti dico, anche il più complesso dei sistemi di protezione (spesso anche sistemi HW) viene corrotto in breve tempo.
Solitamente l'obiettivo è fare uscire un gioco per Natale (o per il giorno del ringraziamento) e sperare che la protezione duri fin dopo le feste.

Io sinceramente non saprei nemmeno dove cercarle le App crackate.

Cmq, se il problema è quello, è crackabile anche una App free (togliere gli ads).
Certo a meno che riesci a monetizzare in altro modo (parlavi di raccolta informazioni...)

P.S. Tra l'altro nella mia prima App, non c'era nessuna funzione aggiuntiva in quella a pagamento eppure ci sono 2 o 3 persone al giorno che l'acquistano. L'ultima App invece, la versione a pagamento ha una feature in più ma non se l'è ancora filata nessuno... :)