Autore Topic: Android, google, samsung, amazon: dove stiamo andando?  (Letto 679 volte)

Offline undead

  • Utente senior
  • ****
  • Post: 666
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Samsung Galaxy S6
  • Play Store ID:
    DrKappa
  • Sistema operativo:
    Windows 10 64-bit, Windows 8.1 64-bit
Android, google, samsung, amazon: dove stiamo andando?
« il: 01 Novembre 2013, 15:10:41 CET »
Apro questo thread in riferimento ad una serie di novità che tutti conoscono e che in parte si erano già viste lo scorso anno.

Ieri sera sono stati presentati: kitkat, nexus 5 e nuove API incluse nuove API per la pubblicità che dovrebbero garantirci intrioiti decisamente maggiori sfruttando la tracciabilità dell'utente, API che però sono legate ai Google play services.

Questa cosa del Google play services fu già discussa l'anno scorso quando si capiva benissimo cosa volevano fare: volevano obbligare i produttori a rimanere legati a loro fornendo una serie di servizi che potevano girare solo su device certificati da Google. Niente Google play niente play services e quindi niente API. Certo android è open, te lo puoi modificare e metterlo sul nuovo device che stai per vendere in tutto il mondo. Peccato che ogni mese che passa sei sempre più legato a Google per una serie di API e servizi senza i quali i tuoi utenti non potranno farci granchè.

Mi pare chiaro che quando parliamo di produttori non parliamo di chi vende dei tablet da 80 euro.

Parliamo di società che potrebbero benissimo decidere di vivere senza Google. Queste società sono 2: amazon coi suoi kindle che ha il suo ecosistema e Samsung che è l'unica che attualmente con i device android ci guadagna un mucchio di denaro. Samsung ha la sua UI personalizzata, ha le sue API e ha il suo app store. Samsung può vendere anche dove Google non può.

Ecco io ieri sera ero online e stavo per comprare un nexus 5. Avevo l'icona del mouse sopra bastava un click. Poi ho lasciato perdere. Ho lasciato perdere perché se uno deve giocare sporco allora tanto vale che lo facciamo tutti.

Google mi dice che se voglio monetizzare con le nuove api (per alcune anche solo USARLE) devo legarmi a Google play services.
Amazon da parte sua mi dice che se voglio avere visibilità devo implementare tutte le loro API, incluse quelle per la pubblicità.
Samsung mi dice che se uso i play services non posso distribuire in certi paesi e anche loro cercano di farti usare le loro cose.

Qua ognuno giustamente tira acqua al suo mulino.

Benissimo allora io da sviluppatore per hobby dico che non posso mantenere miriadi di versioni diverse per accontentare tutti, con risultati che nemmeno sono garantiti.

Al 1 novembre 2013 il 70% del mercato android è in mano a Samsung.
Se la mia app funziona su device Samsung vuol dire che funziona sul 70% dei device.
Se funziona sul nexus vuol dire che... beh... funziona sul nexus.

Quindi ciao nexus 5 per natale arriverà un S4.  :-P

E voi da che "parte" state?

Offline Nicola_D

  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2479
  • SBAGLIATO!
    • Github
    • Google+
    • nicoladorigatti
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Nexus 6p, Nexus 4, Nexus S, Nexus 7(2012)
  • Sistema operativo:
    Windows 7
Re:Android, google, samsung, amazon: dove stiamo andando?
« Risposta #1 il: 01 Novembre 2013, 15:24:08 CET »
Io odio tutte le personalizzazioni Samsung.. Pensiero breve ma sincero...

Inviato dal mio Nexus 4 utilizzando Tapatalk

IMPORTANTE:NON RISPONDO A PROBLEMI VIA MESSAGGIO PRIVATO
LOGCAT: Non sai cos'è? -> Android Debug Bridge | Android Developers
               Dov'è in Eclipse? -> Window -> Open Prospective -> DDMS e guarda in basso!
[Obbligatorio] Logcat, questo sconosciuto! (Gruppo AndDev.it LOGTFO) - Android Developers Italia

Offline undead

  • Utente senior
  • ****
  • Post: 666
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Samsung Galaxy S6
  • Play Store ID:
    DrKappa
  • Sistema operativo:
    Windows 10 64-bit, Windows 8.1 64-bit
Re:Android, google, samsung, amazon: dove stiamo andando?
« Risposta #2 il: 01 Novembre 2013, 15:35:13 CET »
A me la UI di S2 piace, magari il note3 ha modifiche troppo pesanti.  :-)

Offline bradipao

  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 4043
  • keep it simple
    • Github
    • Google+
    • bradipao
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Nexus 5
  • Play Store ID:
    Bradipao
  • Sistema operativo:
    W7
Re:Android, google, samsung, amazon: dove stiamo andando?
« Risposta #3 il: 01 Novembre 2013, 15:36:30 CET »
E voi da che "parte" state?

Premetto che trovo la tua posizione più che legittima. E' abbastanza chiara la strategia dei Play Services, da un lato permette a Google di aggiornare le API dei dispositivi senza dover dipendere dai vendor, dall'altro rende più difficoltoso migrare un'app su altri market con semplici ricompilazioni. Meglio per gli utenti, meglio per i developer dal lato del supporto API, peggio per i developer se su più market.

Per quanto mi riguarda, da hobbysta senza nessun interesse nella monetizzazione, mi piace avere oggetti all'avanguardia e se possibile a basso costo (e i Nexus mi garantiscono entrambe le cose). Ecco perchè non ho esitato a fare il fatidico clic.
NON rispondo a domande nei messaggi privati
Bradipao @ Play Store

Offline undead

  • Utente senior
  • ****
  • Post: 666
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Samsung Galaxy S6
  • Play Store ID:
    DrKappa
  • Sistema operativo:
    Windows 10 64-bit, Windows 8.1 64-bit
Re:Android, google, samsung, amazon: dove stiamo andando?
« Risposta #4 il: 01 Novembre 2013, 16:49:18 CET »
Penso, ma forse mi sbaglio, che per il 90% degli utenti del forum (me incluso), sia comunque un hobby.
Fare app su commissione per me è diverso, quello è si un lavoro ma non è la stessa cosa che monetizzare direttamente sul market.

Per come la vedo io per passione posso decidere di partecipare a svariate maratone. Se dopo 2km abbandono di sicuro sono meno contento rispetto a finirle tutte. Allo stesso modo se faccio una app gratuita e me la scaricano in 1000 invece che 100 sono più contento. Non certo per quei pochi euro che non fanno differenza alcuna nella mia vita.

Da questo punto di vista il fatto che Samsung faccia una review di ogni singola applicazione che gli viene inviata, anche da un hobbysta qualsiasi, è una nota di merito. Magari su certe cose sono molto pignoli, pure troppo (li stavo per mandare a quel paese quando mi hanno fatto notare che su un device da 79 euro un effetto andava lento o qualcosa non andava sulla galaxy camera)... però lato utente vai tranquillo che se scarichi una app sul tuo device da samsung apps ti funziona. Si suppone anche che non ti installi schifezze varie.

Purtroppo non si può dire lo stesso di Google play.

Quando ho avuto problemi e li ho segnalati a Google il comportamento è stato spesso poco chiaro e poco trasparente. Gentilissimi, per carità. Ma piuttosto che ammettere di avere un problema ti lasciano col dubbio di rischiare un ban.
Dall'altra parte mi vedo recapitare un video con un dipendente Samsung che ha in mano un telefono con dentro la mia app che viene fisicamente provata e col ditino indica il problema.

Non sarà niente di eccezionale ma siccome sono un hobbysta qualsiasi vedere che nel secondo caso c'è una attenzione di quel genere a me ha fatto piacere.  :-)

Offline giuseppesorce

  • Utente junior
  • **
  • Post: 92
    • Google+
    • warpmobile_it
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Nexus 6,Nexus 5,Nexus 4, Galaxy Nexus, Nexus s, Nexus One,Htc Wildfire S, Nexus 7... etc
  • Sistema operativo:
    Ubuntu 14.04
Re:Android, google, samsung, amazon: dove stiamo andando?
« Risposta #5 il: 01 Novembre 2013, 21:33:28 CET »
Io francamente con Android ci vivo.. non pubblico app sul Play Store ma sviluppo solo per le aziende e spesso sono BTB cioè app dedicate alle aziende.
Guardo molto le statistiche e finchè Google Android avrà quelle percentuali non mi sogno nemmeno di pensare di scartarlo.
Quello che sta facendo google con il Play Service è sacrosanto.... investe tanto sull' OS e tutto gratis.. ovvio che in qualche modo deve sia guadagnare che proteggere il suo investimento.
Per adesso penso che nessun altro attore dia strumenti di sviluppo come li sta dando google.
The code is joy and passion but it has a high degree of suffering

Offline undead

  • Utente senior
  • ****
  • Post: 666
    • Mostra profilo
  • Dispositivo Android:
    Samsung Galaxy S6
  • Play Store ID:
    DrKappa
  • Sistema operativo:
    Windows 10 64-bit, Windows 8.1 64-bit
Re:Android, google, samsung, amazon: dove stiamo andando?
« Risposta #6 il: 02 Novembre 2013, 11:25:12 CET »
Premetto che non sono uno di quelli che crede o vuole che google sia un ente benefico e nemmeno ce l'ho con google che fa (bene) i propri affari e come dici tu da dei tool di sviluppo molto buoni.

Però le problematiche di monetizzazione sono diverse tra un lavoro BTB e una app sul market.

Io faccio un ragionamento magari terra terra però se il mercato dei device android, per motivi che posso anche non condividere, è dominato da un solo player (samsung) io devo rendermi conto che se pubblico qualcosa di non banale sul market e non funziona sui suddetti dispositivi perdo automaticamente il 70% degli utenti.  Fermo restando che se poi la gente inizia a votare 1 stella perchè gli crasha sul loro nuovo note3 ricevo un extra danno e magari uno con il nexus 5 al quale la app funzionava vede i rate bassi e non perde nemmeno 10 secondi per provarla.